Ultime news

12.08.19

Routine di mungitura, alcuni spunti nella nuova scheda tecnica

Una routine di mungitura corretta consente di ottenere buone produzioni e assicura al contempo la qualità igienico-sanitaria del latte prodotto. Quali sono le operazioni che devono essere adottate? Scopritelo nella scheda tecnica “Routine di mungitura”, nella pagina dei materiali!...
Leggi tutto
31.07.19

Qualità microbiologica del latte alla stalla

Dove origina la contaminazione microbiologica del latte alla stalla? Quali sono le accortezze gestionali per mantenere la carica batterica entro i limiti previsti dalla legge? Questi e altri spunti nella scheda tecnica “Qualità microbiologica” nella pagina dei materiali. Buona lettura!  ...
Leggi tutto
23.07.19

I controlli funzionali della produzione di latte

Interpretare correttamente i dati dei controlli funzionali è di fondamentale importanza per una gestione razionale del proprio allevamento. Scoprite come nella scheda tecnica “Controlli funzionali”, nella pagina dei materiali!  ...
Leggi tutto
02.07.19

Mungitura incompleta: che cos'è e come valutarla

Nella pagina dei materiali trovate la scheda tecnica sulla “Mungitura incompleta”, che offre ottimi spunti per valutare la completezza del processo di mungitura.     Il team META vi augura una buona lettura!...
Leggi tutto
24.06.19

Come valutare le condizioni dei capezzoli delle proprie bovine?

La valutazione degli apici dei capezzoli delle bovine può dare un’indicazione circa lo stress a carico della cute imputabile alla macchina mungitrice. Nella scheda tecnica “ipercheratosi dell’apice capezzolare”, nella pagina dei materiali, viene mostrato un metodo di valutazione di facile esecuzione!  ...
Leggi tutto
21.06.19

Patogeni nel latte: come fare?

Saper interpretare i risultati di un esame batteriologico consente all’allevatore di adottare strategie per il contenimento delle infezioni mammarie imputabili a microrganismi patogeni. Scopritene di più nella scheda tecnica “conta batterica” nella pagina dei materiali.   Buona lettura!...
Leggi tutto
04.06.19

Come effettuare un campione di latte sterile?

Effettuare un campione di latte sterile in modo corretto è di fondamentale importanza se si vuole avere una visione reale della flora batterica presente in mammella. Volete sapere come si fa? Cercate la scheda tecnica sul prelievo di latte in sterilità, nella pagina dei materiali.   Buona lettura!...
Leggi tutto
14.05.19

Conta differenziale delle cellule somatiche, un aiuto in vista dell'asciutta selettiva

Le cellule differenziali rappresentano un valido strumento per un controllo più razionale delle mastiti a livello aziendale, con l’obiettivo di ridurre del 30% l’uso di antibiotici nella fase di asciutta. Andate a scoprire il perché nella sezione approfondimenti/mungitura e sanità della mammella/conta delle cellule differenziali, dove troverete una presentazione del dott. Lucio...
Leggi tutto
08.03.19

Il filtro a calza dell'impianto di mungitura: in che misura può essere utile?

L’analisi del filtro a calza dell’impianto di mungitura permette di avere una panoramica delle condizioni igieniche e della presenza di microrganismi patogeni all’interno della propria azienda. In un interessante studio condotto dal CNR si evidenziano le potenzialità di questa componente dell’impianto quale strumento di valutazione ed emerge una stretta relazione fra routine...
Leggi tutto
15.02.19

Riunione team progetto META

Il gruppo di lavoro del progetto META si è da poco riunito per discutere circa gli aspetti della mungitura più sentiti dagli allevatori. Stiamo lavorando al fine di dare indicazioni pratiche per migliorare l’efficienza e la qualità del processo di mungitura stesso.  ...
Leggi tutto

Eventi

Altri eventi...

IL PROGETTO - a chi è rivolto e che vantaggi porta

La mungitura è sotto molti aspetti la fase centrale del processo produttivo della stalla da latte: le modalità con cui viene effettuata influenzano la salute e il benessere degli animali, la loro produttività e la qualità del latte e dei prodotti derivati, oltre a condizionare l’efficienza di utilizzo della manodopera e dei vari fattori produttivi con riflessi importanti sulla sostenibilità economica e ambientale. Le conoscenze e le indicazioni scientifiche sulla mungitura e sui suoi riflessi non mancano, ma spesso manca un efficace trasferimento e un’applicazione consapevole. Inoltre sul tema mungitura le conoscenze e le indicazioni esistenti sono spesso frammentarie e non organizzate e questo rende difficile la loro implementazione nella pratica allevatoriale. Il progetto si propone di divulgare, nella maniera più efficace, accessibile e capillare possibile, anche attraverso modalità innovative con approccio partecipativo, informazioni, conoscenze e buone pratiche riguardo alle tecniche di mungitura in relazione al benessere e alla sanità degli animali, alla produzione e qualità igienico-sanitaria e tecnologica del latte, all’efficienza del lavoro nonché alla sostenibilità economica e ambientale. Inoltre il progetto intende dimostrare, in allevamenti bovini da latte di diversa tipologia rappresentativi della realtà lombarda, come è possibile rilevare efficacemente le informazioni sulla gestione della mungitura, sugli impianti e sull’igiene e sanità degli animali e impiegarle in maniera organica per il miglioramento del “sistema mungitura”, attraverso l’organizzazione di giornate dimostrative e lo sviluppo di una web application semplice e intuitiva per l’analisi dell’efficienza della mungitura. Lo scopo finale è quello di ottenere un concreto miglioramento dell’efficienza e della qualità della mungitura nelle stalle lombarde favorendo l’individuazione dei punti critici e la definizione degli interventi di miglioramento per salvaguardare la salute e il benessere animale, e migliorare la sostenibilità ambientale, la redditività, la sicurezza alimentare e, non ultimo, la qualità e l’attitudine alla caseificazione del latte.

Allevatori

I destinatari delle attività del progetto sono in primo luogo gli allevatori di bovine da latte della Lombardia e tutti i tecnici e gli operatori del settore, compresi i trasformatori. Le ricadute però riguardano anche i consumatori e i cittadini per i vantaggi ritraibili in termini di qualità e sicurezza di latte e derivati e di riduzione dell’impatto ambientale. Tra i destinatari prioritari delle attività del progetto vi sono Giovani agricoltori, Agricoltori di sesso femminile e allevatori che producono secondo il metodo biologico. Il territorio coinvolto riguarda l’intera Lombardia dalla pianura alle zone collinari e pedemontane fino alla montagna; le attività infatti vengono svolte in differenti province in maniera tale da rappresentare le specificità delle diverse realtà allevatoriali lombarde. Tuttavia i risultati del progetto pubblicati sul sito e la web application sono fruibili da tutti gli allevatori anche al di fuori dei confini regionali.

Tecnici e operatori del settore

Tecnici e operatori del settore possono beneficiare degli incontri informativi e del materiale disponibile sul sito